Redazione     Informativa     Link  

Giuseppe Festa: Ursula e Lupinella, orsi e lupi sulle montagne italiane

venerdì, 28 agosto 2020 07:59

condividi su facebook
Francesca Bianchi
FtNews ha avuto il piacere di intervistare Giuseppe Festa, autore di molti romanzi editi da Salani, i cui protagonisti sono la natura e il rapporto tra uomini e animali. Laureato in Scienze naturali, da ragazzo ha fatto un'esperienza di volontariato nel Parco Nazionale d'Abruzzo, dove ha avuto modo di osservare da vicino il comportamento di molti animali, soprattutto lupi e orsi.
Qualche mese fa è uscito il suo ultimo lavoro, intitolato Ursula. La vita di un'orsa nei boschi d'Italia, un libro per bambini sugli orsi bruni, per scoprire caratteristiche e abitudini di questa specie protetta su tutto il territorio italiano. Il volume è nato dalla collaborazione tra la casa editrice Editoriale Scienza, da sempre impegnata nella divulgazione scientifica per bambini e ragazzi, e il MUSE - Museo delle Scienze di Trento, in prima linea nello studio, nel monitoraggio e nella tutela dell’orso bruno. L'avvincente racconto di Giuseppe Festa, che dovrebbe essere letto anche dai tanti, troppi adulti che hanno perso la bellezza del contatto con la Natura, è arricchito dalle illustrazioni di Mariachiara Di Giorgio e dai rigorosi approfondimenti scientifici curati dall'orsologa Valentina Oberosler, una ricercatrice del MUSE che guida i giovani lettori alla scoperta dell’orso bruno.
Nel corso della nostra bellissima conversazione, l'autore ha parlato anche del libro con cui ha avuto inizio la sua collaborazione con Editoriale Scienza, un volume illustrato che presenta la stessa impostazione di Ursula e si intitola Lupinella. La vita di una lupa nei boschi delle Alpi (2018). Nato all'interno del progetto Life WolfAlps su iniziativa del MUSE di Trento, il libro vuole far conoscere ai bambini i lupi e il loro ruolo all'interno dell'ecosistema alpino, sfatando falsi miti e credenze.
Di Giuseppe Festa colpiscono l'entusiasmo, la passione, l'amore con cui si dedica all'educazione ambientale per bambini e ragazzi. Solo seminando bene tra i cuccioli d'uomo - così ama chiamarli - possiamo creare un mondo nuovo, in cui ci si rapporti in maniera sostenibile alla Terra e alle sue risorse. È dai più piccoli che bisogna partire se vogliamo abbandonare la visione ecologica imperante, fortemente antropocentrica, che non ha scrupolo alcuno nel saccheggiare selvaggiamente le infinite risorse del nostro Pianeta.
Festa esorta tutti gli adulti a fare in modo che le nostre figlie e i nostri figli possano fare esperienze creative in mezzo alla natura, "sporcandosi" le mani nella terra sin da piccoli: solo così, una volta adulti, potranno avere a cuore il rispetto per la Natura, promuovendo una convivenza armonica tra uomini, piante e animali. Per la sopravvivenza del nostro Pianeta e delle generazioni che lo erediteranno è fondamentale abbandonare la direzione distruttiva che sta portando il mondo ad un lento, progressivo declino - e questa pandemia, come ammonisce anche lo scrittore, è uno dei risultati della nostra arroganza nei confronti della Terra e delle sue risorse - ed incamminarci su un sentiero nuovo, dove le risorse saranno gestite in maniera equilibrata e ogni specie animale e vegetale vivrà interconnessa.
Insegniamo ai bambini ad amare la Terra e a trattarla come una Madre generosa da proteggere, rispettare e venerare. Da Lei veniamo e a Lei torneremo. Non dimentichiamolo mai!

Ursula. La vita di un'orsa nei boschi d'Italia è il suo secondo libro pubblicato da Editoriale Scienza. Due anni fa, infatti, uscì Lupinella. La vita di una lupa nei boschi delle Alpi. Tra i due libri c'è un forte legame, essendo entrambi nati con l'intenzione di presentare nella maniera più veritiera possibile lupi e orsi, sradicando i secolari pregiudizi nei loro confronti. Come è nata la collaborazione con questa casa editrice specializzata in divulgazione scientifica per bambini e ragazzi e, soprattutto, cosa l'ha indotta a cimentarsi nella stesura di libri dedicati ai più piccoli?
"Ursula" è il seguito ideale di "Lupinella": ha la stessa presentazione editoriale, i disegni sono sempre di Mariachiara Di Giorgio, tutti e due condividono l'obiettivo di comunicare ai bambini in maniera corretta e accattivante e, soprattutto, senza pregiudizi, informazioni veritiere su questi animali e su quella che è la loro vita sulle nostre montagne. Sono libri che si possono leggere in famiglia. Entrambi rientrano in un progetto di Editoriale Scienza in collaborazione con il Museo delle Scienze (MUSE) di Trento. In particolare, il libro "Lupinella" è nato all'interno del progetto "Life WolfAlps", un progetto che mira alla conservazione e alla gestione della popolazione alpina di lupo attraverso la convivenza con le attività umane.
Entrambi i libri sono corredati di box didattici a cura del MUSE, con la sola differenza che in "Lupinella" c'era una "lupologa", Francesca Marucco, in "Ursula" c'è un' "orsologa" della squadra di ricercatori del MUSE, Valentina Oberosler, che è stata davvero brava a scrivere questi box, cercando di creare un unicum col mio racconto.
La mia collaborazione con la casa editrice Editoriale Scienza è iniziata con "Lupinella". In passato ho scritto romanzi per l'editore Salani, concentrandomi sempre su storie di uomini e animali. "Lupinella" è stato il mio primo libro per un pubblico giovane. Nella stesura di entrambi questi libri illustrati la grande sfida è stata quella di raccontare nel modo giusto aspetti anche un po' difficili e crudi.

Si è ispirato a qualcuno per la storia di Ursula?
Essendo stato per molti anni educatore ambientale nelle scuole, mi sono ispirato alla mia esperienza personale di naturalista. Inoltre, da ragazzo ho fatto il volontario nel Parco Nazionale d'Abruzzo, dove ho avuto la fortuna di incontrare numerosi orsi, tra cui Yoga, un'orsa confidente che ha ispirato il mio primo libro. È stata un'esperienza straordinaria che mi ha cambiato la vita: studiavo Ingegneria, ma decisi di cambiare completamente indirizzo e mi iscrissi alla Facoltà di Scienze naturali. Col Parco Nazionale d'Abruzzo collaboro ancora oggi. Nel 2023, in occasione del centenario del Parco, uscirà un libro sugli orsi basato su una storia vera.
Giuseppe Festa (foto di Sara Romoli)
Nel corso dell'esperienza di volontariato nel Parco Nazionale d'Abruzzo ho conosciuto molti guardiaparco. Sono stati loro a raccontarmi storie, curiosità e aneddoti da cui ho tratto ispirazione per i miei libri. In"Ursula", ad esempio, quando parlo dell'episodio di Tartufo, fratello di Ursula, che sposta una pietra per trovare le larve, non accorgendosi che la pietra in realtà è un vitellino addormentato, faccio riferimento ad un episodio realmente accaduto che mi è stato raccontato da un guardiaparco.
Ho avuto, inoltre, la fortuna di conoscere molti "lupologi" ed "orsologi", avendo lavorato come documentarista per una trasmissione di Rai2 dedicata alla natura e agli animali. Ho cercato di trasformare in romanzi o in libri divulgativi l'esperienza di queste persone.

Un aspetto su cui il libro insiste molto è quello degli orsi confidenti. Perché possono diventare pericolosi?
Nel libro descrivo il momento in cui Ursula si trova di fronte ad alcuni bambini che le offrono mortadella e patatine. Dare da mangiare agli orsi è un grandissimo errore, perché in questa maniera diventano confidenti con l'uomo e questo è molto pericoloso, soprattutto per loro. Quando gli orsi perdono la loro naturale diffidenza nei nostri confronti, possono crearsi problemi seri. Proprio qualche giorno fa, nei pressi del centro abitato di Andalo, in Trentino, un orso maschio di due anni e mezzo, che era solito cibarsi anche nei cassonetti dei rifiuti, ha aggredito un uomo. Si è trattato di un caso atipico di aggressione, perché solitamente ad attaccare sono le femmine con i cuccioli. Bisogna dire anche che spesso gli uomini hanno comportamenti sconsiderati. Capita, infatti, che persone incaute, per fare una fotografia ai cuccioli, si avvicinino troppo alle madri, scatenando la loro reazione di difesa.

Perché lupi e orsi sono considerati animali "cattivi" e pericolosi per l'uomo?
Molta della suggestione arriva da ciò che rappresentano questi animali nel nostro inconscio e nell'immaginario collettivo. Per questo bisogna agire culturalmente sui cuccioli d'uomo, evitando di proporre loro sia una visione troppo alla Disney sia una rappresentazione troppo concettuale e nozionistica.
In Abruzzo, ad esempio, nessuno ha paura dell'orso bruno marsicano. Sempre durante l'esperienza di volontariato nel Parco Nazionale d'Abruzzo, una guardiaparco mi ha raccontato che, quando era bambina, suo papà, quando tornava dal lavoro di taglialegna nei boschi, aveva l'abitudine di portarle un piccolo regalino da parte di "Tata Urze", una sorta di orso buono dei boschi. Questa guardiaparco è cresciuta con l'idea dell'orso che le portava in dono le bacche. I bambini respirano quello che noi riusciamo a trasmettere. I nostri primi anni di vita sono fondamentali per la nostra formazione futura.

A proposito dell'inconscio e della simbologia legata a questi animali, l'antropologa Morena Luciani Russo, insegnante di sciamanesimo femminile e libera ricercatrice nel campo delle scienze sociali, scrive che l'orsa era una delle manifestazioni della Madre Terra Nutrice, dello spirito materno che dà la vita e si prende cura del mondo. L’orso era lo spirito maschile selvaggio delle foreste, il figlio-compagno-paredro della Grande Madre e insieme costituivano un nucleo cultuale collegato al fuoco, alle antenate e agli antenati. L’orsa conosce le erbe per curarsi e curare i propri cuccioli e il letargo degli orsi simbolicamente è assimilabile ai processi di morte e rinascita che avvengono negli apprendistati sciamanici. Un culto antichissimo, dunque, quello dell'orsa, antica manifestazione della Madre Terra per le antiche culture matriarcali della Vecchia Europa, Madre Primigenia che nutre con amore e devozione la sua prole, potente Signora degli Animali e delle Piante, animale guida verso la guarigione dell'intera umanità. Cosa ne pensa?
Condivido pienamente le parole dell'antropologa Morena Luciani Russo. Tra l’altro, sono molto vicino alla cultura dei nativi d'America; ho girato anche un documentario nelle Riserve Indiane. Loro hanno una visione diametralmente opposta a quella che negli ultimi secoli si è radicata nella cultura occidentale. L'orso è l'animale totem più citato nelle tradizioni indiane americane, mentre il lupo è considerato l'animale che conduce l'uomo attraverso un processo di purificazione, consentendogli di raggiungere il Grande Spirito. In Occidente, nel Medioevo, il lupo era il demonio che andava a insidiare il gregge dei credenti. Mi auguro che adesso si renda giustizia a questi animali, che non sono affatto i lupi o gli orsi cattivi delle favole che ci raccontavano da bambini.
Inoltre, a proposito dei lupi, bisogna dire che hanno un valore ecologico fondamentale negli ecosistemi: i lupi, ad esempio, sono“l’assicurazione sulla vita” di un territorio, perché sono degli eccellenti selezionatori naturali e mantengono in equilibrio le catene alimentari. Dove scompare il lupo, gli erbivori aumentano esponenzialmente, danneggiando il bosco.

Prima ha parlato dell'orso bruno marsicano. Quali sono le sue caratteristiche? In cosa si differenzia dall'orso bruno che vive sulle Alpi?
L'orso marsicano è una sottospecie unica di orso che ha caratteristiche comportamentali e morfologiche uniche in Europa, essendo stato isolato per secoli in quella parte di Appennino. Oggi è rimasto un nucleo di orsi nella zona della Marsica, per questo si parla di orso bruno marsicano. Fino a qualche decennio fa in Trentino c'era una piccola popolazione di orso bruno. Nel 2000, grazie ad un progetto che aveva la finalità di riportare l'orso sulle Alpi, sono stati catturati orsi in Slovenia e sono stati portati in Trentino, dove si sono riprodotti e oggi godono di ottima salute.

Quali emozioni ha provato scrivendo la storia di Ursula?
Vedere un orso o un lupo nel suo ambiente naturale cambia la percezione della montagna stessa. Lupi e orsi ci spaventano e ci affascinano al tempo stesso. Questi animali vanno a toccare qualche corda del nostro passato ancestrale. Forse ci rivediamo nei loro occhi selvaggi, scorgendo in essi un'empatia col mondo naturale, uno spirito di libertà che un tempo ci apparteneva e forse ci è sfuggito negli ultimi anni. Noi quel mondo lo stiamo perdendo e stiamo impedendo anche ai nostri figli di respirare la sua magia. In Ursula ho messo queste mie emozioni. Quella di Ursula è una visione un po' umanizzata, perché deve adattarsi al mondo dei bambini, ma è basata su studi e dati scientifici.
La traduzione giapponese del libro "Cento passi per volare" (foto di Sara Romoli)
La natura è la protagonista indiscussa di tutti i suoi libri. Quando è nato il suo amore per la natura?
Sono nato e cresciuto a Milano, che negli anni Settanta era un luogo tetro. Non mi sono mai sentito appartenente all'ambiente milanese. Quando tornavo in città dopo i fine settimana trascorsi a casa dei miei nonni, che vivevano in un piccolo paradiso immerso nei boschi alle porte di Bergamo, era sempre molto dura. Il mio amore per la natura è nato lì. Quello era ed è il mio mondo, tanto che, appena ho potuto, mi sono trasferito proprio nel paese dei miei nonni.
Al termine dei libri "Lupinella" e "Ursula" abbiamo inserito alcune attività ludico-sensoriali per allenare i sensi e le abilità dei più piccoli. Queste attività non sono altro che una rielaborazione organizzata dei giochi quotidiani di chi ha vissuto l’adolescenza negli anni Settanta-Ottanta. Allora, soprattutto chi viveva in campagna, ha avuto la fortuna di sviluppare in modo autonomo i sentimenti verso la terra. I bambini e i ragazzi di oggi, invece, non sempre hanno questa possibilità, per cui bisogna stimolarli anche in modo artistico e dal punto di vista percettivo, per far capire loro che la natura è un posto dove ci si può divertire e non solo dove ci si sporcano i pantaloni.

Cosa rappresenta per lei la natura? Quanto è importante oggi trovare una connessione con la nostra Madre Terra e trasmettere ai più piccoli l'amore per il mondo naturale?
Stiamo attraversando un momento che deve farci riflettere sul nostro ruolo all'interno degli ecosistemi. Negli ultimi decenni abbiamo perso i capisaldi di buon senso delle culture contadine che ci hanno anticipato. Agiamo sfruttando il pianeta Terra in modo non sostenibile, sorprendendoci che succedano determinati fatti. Questa pandemia è l'ennesima conseguenza del nostro modo sbagliato di sfruttare la Terra. Come detto, penso che per ritrovare l'equilibrio con il mondo naturale sia fondamentale partire dai bambini, facendo fare loro esperienze a contatto col mondo naturale. Come possiamo proteggere la natura, se non l'amiamo? Lasciamo che i nostri bambini facciano esperienze positive nel mondo naturale; facciamoli crescere nella natura, facciamo in modo che sin da piccoli esplorino i prati o si arrampichino sugli alberi. Facendo educazione ambientale nelle scuole, mi è capitato di trovare ragazzi timorosi di toccare la terra. Queste paure spesso si respirano a casa, le trasmettiamo noi adulti. Bastano l'entusiasmo di una guida e l'esempio di un genitore che subito tutte le barriere e le paure si spezzano e il bambino riesce a connettersi con il mondo naturale. È fondamentale, però, che in queste esperienze siamo immersi anche noi adulti. Solo se vedono l'amore e la magia nei nostri occhi, infatti, i bambini potranno coltivare sentimenti di amore autentico nei confronti del nostro Pianeta.

Spesso presenta i suoi libri nelle scuole. Come reagiscono bambini e ragazzi?
Le presentazioni nelle scuole hanno costituito una delle mie attività principali in questi anni. Negli incontri racconto esperienze e aneddoti che mi hanno portato ispirazioni per alcuni libri. Cerco di coinvolgerli e invogliarli a proseguire in questo percorso. Nelle presentazioni porto anche la chitarra e ho notato che nei ragazzi c'è tanta curiosità nel sentire un brano d’autore suonato con voce e chitarra, nonostante spesso ascoltino generi molto diversi. Penso dipenda dall’entusiasmo con cui proponiamo loro qualcosa di differente e dal trasporto che ci mettiamo noi adulti.
Spesso ho incontrato anche ragazzi di altri paesi, dal momento che i miei libri sono stati tradotti anche all'estero, scoprendo ancora una volta come le storie non abbiano confini.

È fondatore e cantante dei Lingalad, con cui tiene concerti in Italia e all’estero. Si sente più musicista o più scrittore?
Il processo compositivo non è troppo diverso. La narrativa e una canzone hanno molte cose in comune: entrambe hanno un ritmo, pause, colpi di scena. In una canzone un buon colpo di scena può essere un ritornello che non ci aspettavamo. L'unica differenza è il finale, che nella canzone non è tanto importante, mentre in un libro è fondamentale.

Lei ha all'attivo più di dieci libri. Ce n'è uno a cui è legato maggiormente?
Il libro che mi ha dato più soddisfazioni è "Cento passi per volare" (Salani, 2018), ispirato a un incontro che ho avuto con Sandro, un ragazzo non vedente che, dopo aver letto il mio libro intitolato "Il passaggio dell'orso" (Salani, 2017), ha voluto fare esperienza di volontariato nel Parco d'Abruzzo, come me tanti anni fa e come il giovane protagonista del libro. Quell'esperienza l'ha aiutato a crescere, rendendolo un leader di quel turno di volontariato. E ha insegnato molto ai suoi compagni e anche a me. Scrivere questo libro, infatti, è stata per me una grande occasione. Per esempio, Sandro mi ha fatto scoprire sensi che avevo dimenticato, un mondo di sensazioni non legate all'immagine.
Lo scorso anno il libro è stato tradotto in Giappone e a partire da quest'anno verrà letto in tutte le scuole nipponiche. È, infatti, fra i quattro libri scelti dal Ministero dell’Educazione giapponese e dal Sistema Bibliotecario Nazionale come lettura per i ragazzi della fascia di età intermedia. A fine estate i lettori scriveranno degli elaborati sul libro e i migliori verranno premiati in una cerimonia ufficiale alla presenza della famiglia imperiale. Questo per far capire l'importanza che la lettura ha in Giappone, dove è considerata fondamentale nell'educazione dei ragazzi. Quanto sarebbe bello se lo fosse anche qui in Italia! Io continuo a insistere che bisogna consigliare ai bambini storie avventurose e divertenti e al tempo stesso importanti e formative per la loro crescita.

Quale messaggio si augura possa arrivare a tutti coloro che avranno il piacere di leggere i suoi libri?
Credo che il messaggio, in ogni libro, ce lo metta il lettore. Noi autori dobbiamo scrivere con passione, solo così potremo coinvolgere chi legge. Io mi auguro sempre che ai ragazzi che leggono i miei romanzi venga voglia di mettersi gli scarponi, uscire e andare a fare una bella escursione, una camminata nei boschi, un'esperienza di volontariato nei Parchi Nazionali d'Italia. Molti ragazzi mi scrivono per dirmi che la lettura dei miei libri li ha esortati ad intraprendere un percorso di studio legato al mondo naturale. Ecco, quando ciò accade, sono contentissimo, perché nel mio piccolo sono riuscito a lavorare sulle emozioni, stimolando altre persone ad avvicinarsi a questo mondo meraviglioso.
Mostra altri Articoli di questo autore
info@freetopnews.it
- Tenuta Coda di Lupo, eccellenze sarde per un'agricoltura sostenibile - 22/09/2020 19:35:55
- Luigi Lehnus: Wilamowitz e il monte delle Muse - 15/09/2020 17:25:33
- Paola Mancini: viaggio nella storia di Loiri Porto San Paolo (SS) - 10/09/2020 18:14:11
- Alla scoperta dell'Area Marina Protetta di Tavolara (SS) con Augusto - 01/09/2020 21:32:17
- Giuseppe Festa: Ursula e Lupinella, orsi e lupi sulle montagne italian - 28/08/2020 07:59:34
- Pa punyat: con Antonio Masia alla scoperta delle eccellenze algheresi - 24/08/2020 08:51:11
- Sa Mandra, anima barbaricina nel cuore della Nurra - 19/08/2020 07:30:34
- Giuliano Dal Mas, una vita tra le Dolomiti - 13/08/2020 17:36:13
- Valle d'Aosta, presentata la XXIII edizione del Gran Paradiso Film Fe - 27/07/2020 19:42:54
- Irene Borgna: Louis Oreiller, il pastore di stambecchi - 20/07/2020 07:47:15
- Genzano, a Casa Mamre QUESTO MARE E’ PIENO DI VOCI - 16/07/2020 09:22:00
- Corrado Ruggeri, una vita in viaggio - 13/07/2020 07:30:17
- Lungo i sentieri del Cammino Ibleo con Nanni Di Falco - 06/07/2020 16:49:35
- Alla scoperta del nuraghe Majori di Tempio Pausania - 30/06/2020 07:39:09
- Lorenzo Braccesi: Olimpiade e Zenobia, quando il potere è donna - 24/06/2020 05:26:37
- Ove abitai fanciullo: a Recanati aprono le stanze private di Giacomo L - 15/06/2020 14:18:28
- I reperti assiri di Faida al premio mondiale in memoria di Khaled al-A - 08/06/2020 07:43:10
- Mauro Bonazzi: i Greci e il mistero dell'esistenza - 01/06/2020 07:22:54
- PandemicA, racconto corale per immagini - 21/05/2020 07:52:03
- Antonietta Langiu, la mia Isola - 08/05/2020 09:22:34
- Susanna Garavaglia: il risveglio della coscienza interiore - 29/04/2020 05:09:43
- Rosanna Raffaelli Ghedina: folclore, leggende e simboli delle Dolomiti - 16/04/2020 23:10:44
- Giorgio Murru: Spiriti e Dèi nella statuaria preistorica della Sardegn - 09/04/2020 13:50:32
- Una Maschera, un Volto, un Paese: il Carnevale in Sardegna - 07/03/2020 07:34:21
- Pe’ terre assaje luntane: al MANN l’emigrazione ischitana in America - 01/03/2020 19:33:00
- Thalassa: a Napoli le meraviglie sommerse dal Mediterraneo - 27/02/2020 23:09:38
- Nel segreto mare delle stelle di Marella Giovannelli - 25/02/2020 18:10:02
- Marcello Cabriolu, la Sardegna e il Mediterraneo Occidentale - 17/02/2020 21:27:55
- Erika Maderna, sulle tracce della medicina delle streghe e delle sant - 27/01/2020 06:48:31
- Federico Fellini: ironico, beffardo e centenario - 14/01/2020 07:56:24
- Pompei e Santorini, l'eternità in un giorno - 04/01/2020 08:29:04
- Andrea Icardi, un anno in Alta Valle Maira - 30/12/2019 14:15:42
- Archeologi italiani riportano alla luce i reperti assiri di Faida - 15/12/2019 09:45:07
- Augusto Mulas: l'orientamento astronomico dei nuraghi - 09/12/2019 19:01:03
- Margherita Massari: Ildegarda di Bingen, Sibilla e Dottore della Chies - 06/12/2019 09:18:37
- Il mito immortale di Cartagine in mostra a Roma - 04/12/2019 00:02:27
- Aquileia 2200. Porta di Roma verso i Balcani e l’Oriente - 29/11/2019 05:28:33
- Michele Porcaro: ASSTEAS - Storia del Vaso più bello del mondo - 19/11/2019 00:26:44
- Silvia Romani: credenze, miti e dei degli antichi - 11/11/2019 13:10:02
- All'Alba Radians di Albano (RM) il Filottete di Sofocle - 06/11/2019 16:36:58
- Mulino della Riviera di Dronero (CN), una storia firmata Cavanna - 29/10/2019 18:50:24
- Galluras, il Museo della Femina Agabbadòra - 22/10/2019 07:00:03
- Ugo Mancini: Sotto la cenere, storie di vita quotidiana durante il ven - 10/10/2019 20:51:11
- Alessandra Derriu: streghe, indovine e curatrici nella Sardegna del '7 - 04/10/2019 07:06:18
- Giuseppe Vito Internicola: Castellammare del Golfo, alle origini di un - 29/09/2019 18:15:59
- Città della Pieve (PG) si prepara ad accogliere Il Nostro Tempo - 25/09/2019 15:20:51
- Uno spazio per le Donne: alla scoperta del mondo femminile sardo e non - 23/09/2019 08:37:50
- Olmedo (SS), storia, tradizioni, folklore - 21/09/2019 09:21:49
- Silvia Giorcelli Bersani: I Romani e le Alpi - 16/09/2019 14:05:54
- Rossella Giglio: Segesta, tra teatro, musica, natura - 08/08/2019 15:56:16
- Enrico Caruso: la rinascita di Selinunte - 01/08/2019 14:29:05
- Lucina Gandolfo: alla scoperta di Monte Iato - 31/07/2019 07:33:07
- Sulle spiagge pontine tornano i Racconti di Sabaudia - 30/07/2019 08:47:45
- Tagliacozzo (AQ): XXXV Festival Internazionale di Mezza Estate - 22/07/2019 14:36:02
- Civiltà del sole: l'archeoastronomia nella Sicilia preistorica - 19/07/2019 07:30:13
- Cristina Muntoni, il potere delle parole nella storia della sacralità - 15/07/2019 18:12:54
- Francesco Bianco, un cammino tra verità nascoste - 13/07/2019 06:58:14
- Filippo Drago, mugnaio siciliano fra tradizione e modernità - 09/07/2019 07:28:20
- Con la KERNOS alla scoperta di Castellammare del Golfo - 02/07/2019 18:17:21
- Per una rinascita di Castelvetrano, città d'arte, storia, cultura - 27/06/2019 18:13:44
- Marinella Fiume: sapienza, virtù e misteri dell'universo simbolico fem - 11/06/2019 19:04:31
- Stefano Pucci: le incisioni rupestri delle Alpi Apuane - 07/06/2019 09:24:59
- Albano (RM), al via la Rassegna del Teatro Antico - 26/05/2019 18:33:37
- Max Dashu: Streghe e pagane, le donne nella cultura popolare europea - 14/05/2019 07:18:46
- Diego Maggio: profumi, aromi e sapori siculo-panteschi - 09/05/2019 08:15:34
- Regius, omaggio allo stupor mundi Federico II di Svevia - 03/05/2019 07:38:01
- Sentiero della Libertà, per tenere viva la Memoria - 01/05/2019 20:05:09
- Caccamo (PA), borgo di storia, arte, cultura - 28/04/2019 06:50:10
- C'era una volta Iato: omaggio dei ragazzi all'antica Iato - 23/04/2019 22:40:32
- U Pani ri Murriali: il pane genuino di una volta - 16/04/2019 17:20:40
- Recanati (MC): L'Infinito di Leopardi compie 200 anni - 13/04/2019 16:51:43
- A Camo (CN) torna PrimaVeraRegia - 11/04/2019 17:17:36
- Ivano Dionigi: Lucrezio, Seneca e noi - 04/04/2019 23:33:23
- Luca Mancini: Il caso dell'Ungheria di Horthy - 09/04/2019 19:14:05
- Il Foscolo di Albano (RM) trionfa al Festival Thauma - 30/03/2019 20:22:23
- Sotto il segno dei pesci: Camaiani celebra la Grecia - 28/03/2019 17:13:29
- Guido Cossard, viaggio nel mondo dell'Archeoastronomia - 25/03/2019 10:47:16
- Rosanna Oliva de Conciliis, una vita per la Parità - 17/03/2019 08:14:51
- Donna o Dea: le raffigurazioni femminili in Sardegna tra passato e pre - 02/03/2019 20:50:25
- Giorgio Ieranò: l'arcano fascino delle isole dell'Egeo - 25/02/2019 09:19:48
- Dea e Femminismo alla Roma Goddess Conference - 21/02/2019 09:10:27
- Elena Ianni: le feste e i falò del Messico - 17/02/2019 19:18:44
- Roma: l'olio d'oliva al Premio Filo della Torre - 15/02/2019 17:02:24
- I giovani attori del Foscolo alla Giornata del Greco - 06/02/2019 17:24:33
- La Penisola del Sinis (OR) tra storia, archeologia e natura - 29/01/2019 17:38:31
- King Camp Gillette: Il Turbine Umano - 19/01/2019 11:59:30
- Barumini (VS), archeologia, storia, cultura nel cuore della Sardegna - 14/01/2019 10:46:56
- Morena Luciani Russo: la ricerca della Dea e lo sciamanesimo - 09/01/2019 06:28:02
- Maurizio Bettini: Il Presepio, storia di un simbolo - 21/12/2018 08:22:38
- Venezia: Idoli, il potere dell'immagine - 12/12/2018 18:57:46
- Simona Modeo, Dioniso in Sicilia - 06/12/2018 17:48:35
- Violette Sauvage a Palazzo Colonna (RM) - 03/12/2018 07:01:13
- Pomezia (RM): Premio Donna d'Autore 2018 - 30/11/2018 06:37:50
- Massimo Blasi, l'incredibile storia degli imperatori romani - 28/11/2018 10:26:59
- Fabio Isman: 1938, l'Italia razzista - 25/11/2018 07:30:10
- Sacrum, lo Stabat Mater di Rossini all'Aracoeli di Roma - 22/11/2018 16:42:46
- Oriana Dal Bosco: il misterioso fascino del Nord Africa - 20/11/2018 17:17:03
- Natale inCHIOSTRO a Monastero di Dronero (CN) - 17/11/2018 07:53:51
- All'Alba Radians di Albano (RM): l'Ecuba di Euripide - 15/11/2018 16:59:16
- Autunno d'Autore a Ruralia, Conosci tu il paese dove... - 13/11/2018 18:40:36
- Marella Giovannelli, una vita tra giornalismo, fotografia e poesia - 09/11/2018 10:04:37
- Daniela Dao Ormena: Le radici chiamano, dolci melodie della Valle Mair - 30/10/2018 13:32:22
- Gli antichi pani di Sardegna protagonisti a Buddusò - 17/10/2018 14:23:34
- Torna a Lanuvio (RM) l'antico rituale della Maza - 04/10/2018 20:39:44
- Nonna Tommy, raccontaci ancora... - 02/10/2018 07:16:37
- A Buddusò (SS) torna Artes in Carrera - 30/09/2018 06:56:22
- Al Museo Africano di Verona la danza degli spiriti - 27/09/2018 00:12:36
- A. Cossard: Archeoastronomy, la prima app di archeoastronomia - 24/09/2018 09:21:18
- Firenze, Viaggio nell'altro e nell'altrove in ricordo di Paolo Grazios - 19/09/2018 08:31:44
- Lanuvio (RM): Buon compleanno, Antonino Pio! - 10/09/2018 06:04:22
- Raffaella De Sanctis, tra scuola e ricerca - 04/09/2018 17:45:49
- Màn. Vietnam Street Heroines in mostra al MAO (TO) - 26/08/2018 10:25:13
- Alessandra Comneno, una vita a contatto con la saggezza dei Nativi - 12/08/2018 19:38:51
- MAO (TO), ORIENTI. 7000 anni di arte asiatica dal Museo delle Civiltà - 07/08/2018 06:17:08
- Senorbì (CA), al MADN La Dea di Turriga, il mistero di un’icona senza - 01/08/2018 07:38:49
- Silvia Tenderini, una vita tra viaggi, ricerche e scrittura - 24/07/2018 19:40:34
- A Villa Giulia (Roma) la Scuola di Archeoastronomia 2018 - 19/07/2018 06:39:50
- Gabriella Mosso, I miei, i tuoi, i nostri - 17/07/2018 05:54:30
- Tagliacozzo (AQ), Festival Internazionale di Mezza Estate - 12/07/2018 06:39:05
- Franco Campus, Nuragici - un Territorio, un'Isola, il Mediterraneo - 09/07/2018 22:21:30
- Carmagnola (TO): Donne e Madonne nell’Arte dal XV secolo ad oggi - 04/07/2018 21:53:04
- Per una rinascita socio-culturale dei borghi della Valle dell'Amaseno - 25/06/2018 07:25:04
- Capalbio (GR), vacanza-laboratorio di Spiritualità Femminile con Devan - 22/06/2018 20:30:12
- Nicola Castangia, Ercole Contu e la scoperta della Tomba dei Vasi Tetr - 18/06/2018 06:44:49
- Castelfidardo (AN): gli studenti del Meucci per la valorizzazione del - 10/06/2018 17:30:57
- Papa Wojtyla in Comelico e in Cadore: il ricordo e l'emozione 30 anni - 27/05/2018 16:40:51
- Scrittori alla scoperta del mondo, una mostra sulla letteratura di via - 22/05/2018 06:00:18
- In viaggio tra le pagine di Elena Dak - 18/05/2018 09:31:20
- Convegno Internazionale contro Terrorismo, radicalizzazione e violenza - 08/05/2018 06:02:05
- Olimpia Biasi, la Viriditas di Ildegarda in mostra all'Hortu - 25/04/2018 15:09:19
- Con Marco Grippa alla scoperta del fascino segreto di Tagikistan e Kir - 18/04/2018 18:40:04
- Da Maenza a Fossanova sulle orme di San Tommaso d'Aquino - 13/04/2018 13:59:02
- Pierluigi Montalbano: l'alba della civiltà sarda - 10/04/2018 14:08:20
- Donne, Madri, Dee: la rappresentazione del femminile in mostra a Udine - 07/04/2018 07:14:26
- In mostra a Milano gli scavi di Achille Vogliano nel Fayum - 28/03/2018 18:52:37
- Sulle tracce della Dea: Viaggio nel Grembo della Storia - 17/03/2018 16:44:27
- Nadia Tarantini: Quando nascesti tu, stella lucente - 05/03/2018 21:14:35
- L'epopea dei Longobardi in mostra al MANN - 26/02/2018 10:45:11
- Verso il contratto di fiume dell'Amaseno - 22/02/2018 11:55:38
- Inside, la nuova collezione di Vittorio Camaiani - 11/02/2018 22:27:58
- Alla scoperta del matriarcato di Bali con Bruna Rotunno - 04/02/2018 13:48:05
- Giornata della Memoria, per non dimenticare - 25/01/2018 18:06:41
- Viaggio nei segreti della bellezza del corpo femminile - 21/01/2018 21:30:48
- Ildegarda di Bingen, maestra di sapienza nel suo tempo e oggi - 10/01/2018 22:22:54
- Selene Calloni: l'arte della ribellione zen per vincere la paura - 05/01/2018 22:57:08
- MANN: grande successo per la mostra sull'America precolombiana - 28/12/2017 14:29:51
- 2018 per Katike: i calendari di ...non lasciamoli soli - 19/12/2017 22:15:21
- Maenza: La rete dei cammini della Valle dell’Amaseno - 12/12/2017 22:31:25
- Al Convivium di Fiuggi i Pensieri sparsi di Daniela Gariglio - 07/12/2017 08:47:07
- Napoli: Il Natale dei 100 Alberi d’Autore - 03/12/2017 09:41:27
- Le donne dei Longobardi: urban-trekking con Michela Zucca - 28/11/2017 13:46:59
- San Martino di Stroppo: piccolo gioiello delle Valli Cuneesi - 24/11/2017 06:54:30
- Signa del Alma: per dire No alla violenza sulle donne - 19/11/2017 08:32:53
- Il nuovo romanzo di Maristella Lippolis: Raccontami tu - 07/11/2017 16:56:46
- Mama Africa: la maternità nell'arte africana - 03/11/2017 11:20:04
- Violette Sauvage: il vintage chic a Palazzo Colonna - 28/10/2017 11:28:12
- Il patrimonio archeologico del Lazio alla BMTA di Paestum - 26/10/2017 15:31:12
- Templari. Dal ducato di Puglia e Calabria, all’Italia del III Millenni - 22/10/2017 17:10:52
- Archeologia ferita: Volti di Palmira ad Aquileia - 11/10/2017 08:02:26
- Giancarlo Sani: alla scoperta delle incisioni rupestri toscane - 03/10/2017 13:36:14
- ... non lasciamoli soli: il progetto per il Nepal di Ilario Sedrani - 26/09/2017 08:24:26
- Giuliana Borghesani: La Maledizione della Liberta - 22/09/2017 14:28:02
- L'uomo, il Cancro del Pianeta - 04/09/2017 20:15:53
- Le caverne delle donne: la grotta di San Colombano - 25/08/2017 17:49:53
- Le figlie sono come le Madri: Donne lungo la Via della Seta - 30/08/2017 12:56:24
- Nemi: tornano i Nemoralia in onore della Dea Diana - 08/08/2017 17:21:44
- Donne e medicina: quale futuro per la medicina di genere? - 05/08/2017 08:48:58
- Arkeotrekking in Trentino: Sui sentieri delle Madri Antiche II - 31/07/2017 08:27:43
- Piero Verni: Tulku, viaggio nel cuore mistico della civiltà tibetana - 25/07/2017 07:11:56
- Ugo Mancini: ragioni e vicende degli antifascisti a Roma e nei Castell - 07/07/2017 18:23:52
- Festival di Tagliacozzo: conferenza stampa di presentazione a Palazzo - 05/07/2017 06:55:48
- Cuneo: Il lato nascosto delle Alpi - 04/07/2017 06:11:40
- Come con gli occhi dei bambini di Terezin - 28/06/2017 21:43:19
- Baby Giulia, storia di un'adolescenza rubata - 18/06/2017 13:18:11
- Francesca D'Amico: le donne nella tradizione contadina abruzzese - 11/06/2017 16:01:53
- Tutela e valorizzazione del patrimonio rurale nel Lazio - 07/06/2017 18:43:20
- Fiume che cammina. Transumanza dall’Adriatico al Lagorai - 03/06/2017 08:02:51
- Roma: VI raduno dei Linfoamici - 01/06/2017 14:32:42
- Atlantide, dal mito alla storia: intervista ad Alessandra Murgia - 20/05/2017 08:13:47
- Ignazio Didu: I Greci e la Sardegna. Il mito e la storia - 12/05/2017 09:18:37
- Sacra Nemora: la cultura del sacro in mostra a Lanuvio - 07/05/2017 23:09:38
- Pizzo d’Irlanda, merletto e ricamo protagonisti sul lago Trasimeno - 02/05/2017 07:59:39
- Arkeotrekking in Trexenta: Le Antiche Madri dei Monti e del Mare - 25/04/2017 19:47:13
- Le donne e il sapere medico-erboristico: un binomio da riscoprire - 07/04/2017 21:29:15
- Linfoamici a Venezia - 30/03/2017 18:13:31
- Com'è giusto che sia: il nuovo thriller di Marina Di Guardo - 29/03/2017 10:34:04
- Herbarie: le chiamavano Streghe - 24/03/2017 21:01:03
- Devana: il risveglio della spiritualità nativa dell'Antica Europa - 17/03/2017 18:33:42
- Andrea Loddo: l'archeologia sperimentale per comprendere le ancestrali - 11/02/2017 20:01:00
- Alla scoperta dell'origine genetica dei Sardi con il prof. Francala - 03/02/2017 08:01:01
- Diego Manzi: viaggio nel cuore della tradizione indiana - 28/01/2017 10:24:25
- Barbara Bonomi Romagnoli: storie di insette felici - 25/01/2017 23:15:02
- Alberto Pattini: Poesia del Trentino. La melodia della Grande Madre - 19/01/2017 21:24:29
- Rinascere dalle distruzioni. Ebla, Nimrud, Palmira - 12/01/2017 21:25:10
- Nori Corbucci: Marta Marzotto, una vita da ricordare - 05/01/2017 00:02:59
- La Sardegna antica nel cuore del Mediterraneo - 30/12/2016 01:04:16
- Sardegna nuragica e falso mistero della lingua etrusca con il linguist - 03/01/2017 07:32:46
- La Stirpe del Sole: una Medea inedita nell'ultimo romanzo di Giuliana - 23/12/2016 14:12:50
- Al Castello di Scilla i Popoli del Mare di Oreste Kessel Pace - 16/12/2016 12:53:26
- SACRUM: concerto dedicato a Papa Francesco all'Aracoeli - 08/12/2016 10:18:48
- Paola Biato: Viaggio nel mondo della Psicofiaba - 04/12/2016 19:28:59
- Il viaggio. Alchimie e Passioni: a Venezia la personale di Irene Manen - 29/11/2016 08:13:34
- Il Natale dei 100 alberi d’autore - 28/11/2016 20:22:54
- Carlo Buldrini: Pellegrinaggio buddhista - 16/11/2016 08:32:43
- A Spazio Mater l'arte digitale di Michele Grimaldi - 13/11/2016 19:50:50
- Gigantes de Perdas: alla scoperta dei nuraghi sardi - 04/11/2016 07:54:20
- Ivo Nardi: Riflessioni sul senso della vita - 24/10/2016 08:27:11
- Fabrizio Manzetti: Nascosti davanti a tutti - 18/10/2016 00:13:25
- Bambine e bambini: divino gioco di pace nel mondo - 28/10/2016 08:24:38
- La Danza degli Archetipi: alle radici del linguaggio simbolico - 13/10/2016 22:41:28
- Alla scoperta dei Fiori di Bach con Gerardo Chirò - 09/10/2016 08:44:23
- Sardegna: curiosità, aneddoti e misteri sardi con Gianmichele Lisai - 04/10/2016 06:59:28
- Roma per Amatrice: Concerto di Beneficenza - 25/09/2016 15:45:16
- Sulle tracce dell' archeologia dell'evanescente con Paola Di Si - 22/09/2016 15:21:18
- Sebastiano Brocchi: alchimia, esoterismo, simbologia sacra e mistero - 18/09/2016 08:55:07
- Milano: appuntamento per il World Lymphoma Awareness Day - 13/09/2016 07:41:13
- Sulla via degli sciamani del Sudamerica con Stefano Lioni - 29/08/2016 08:00:22
- Sulle orme dei Moso con l'antropologa Francesca Rosati Freeman - 16/08/2016 07:13:59
- Sui sentieri dei luoghi di culto della Grande Dea con Luisella Veroli - 11/08/2016 08:48:06
- Un Altro Mondo per i Diritti della Pachamama - 27/07/2016 07:32:44
- Alessandra Di Gesù: viaggio nelle Tradizioni Misteriche del Mediterran - 05/07/2016 08:00:50
- Abbracci gratis contro il linfoma: a Roma il V raduno dei Linfoami - 31/05/2016 23:23:59
- Out of Tibet: il foto-racconto della diaspora tibetana sbarca a Roma - 23/05/2016 00:04:09
- Il Canto delle Sirene in mostra a Bologna - 22/05/2016 10:02:01
- La cultura dei Moso arriva al Ramadù di Cisterna - 16/04/2016 21:08:59
- Donne e scienza: un binomio per troppo tempo ignorato - 24/03/2016 07:51:18
- Suffragette 2.0: approda al Peano di Roma - 14/03/2016 22:06:13
- Palazzo Visconti: Alta Moda della Sartoria Angela - 09/03/2016 08:47:43
- Il respiro profondo di una Nuova Era - 04/03/2016 14:17:21
- Festa grande per i 35 anni di attività di Erno Rossi - 01/03/2016 14:29:34
- I Sentieri della Terra: come restituire vita e dignità alla Mad - 20/02/2016 09:06:03
- Le remote origini del tatuaggio con l'antropologa Michela Zucca - 23/01/2016 09:46:08
- Mantra Madre e Il profumo della luna: libri per il risveglio dell'anim - 24/12/2015 10:37:15
- Roma: il Rito del Grembo - 12/12/2015 00:42:29
- Alla scoperta delle vere origini di Halloween con Monica - 31/10/2015 20:24:53
I COMMENTI RELATIVI ALL'ARTICOLO
Invia un commento alla Redazione
Email
Nome e Cognome
Messaggio
Gentile lettore, prima di inviare il Suo messaggio:

compilare il codice di sicurezza sottostante copiando l'immagine raffigurata;

CAPTCHA 
cambia codice

inserisci codice



Per pubblicare, in fondo all'articolo, il suo commento selezionare il pulsante sottostante.

Pubblicazione
  Si    solo nome
  Si    nome e cognome
  No


Grazie della collaborazione.

© 2014 - ftNews è una testata di libera informazione.