Redazione     Informativa     Link  

Il calcio fra realtà e fantasia

domenica, 12 agosto 2018 07:58

condividi su facebook
Salvador Dalì: la persistenza della memoria
Rosario Pesce
Nei giorni scorsi, un po’ seriamente, un po’ per prendere in giro i vertici della propria società, molti tifosi del Napoli hanno atteso invano l’arrivo di un campione, che avrebbe dovuto rafforzare la loro squadra, pur sapendo che era solo una fake news.
È evidente che la componente della goliardia è stata predominante in questa esperienza: è anomalo che dei tifosi attendano allo scalo aereo un campione, che non verrà mai a firmare un contratto dal Sud-America, visto che i suoi costi sono esasperati rispetto allo standard finanziario della loro società.
Ma, nonostante tutto, c’è chi ha perso una bella giornata di sole per rimanere impalato in una caldissima sala di attesa, aspettando Godot.
Forse, i tifosi hanno bisogno di inventarsi un mondo che non c’è?
Forse, gli strumenti dell’ironia (o meglio del sarcasmo) si consolidano, anche, grazie ad una masochistica attesa in una giornata estiva, che a Napoli avrebbe potuto avere esiti ben diversi?
O, forse, i social sono in grado di far divenire verosimile ciò che, invece, è una menzogna eclatante?
Certo, se si va oltre il mero dato di cronaca e si ragiona su contesti ben differenti da quelli meramente sportivi, è chiaro che una fake news, che determina simili conseguenze, non solo è insidiosa, ma può divenire finanche pericolosa, visto che una moltitudine di cittadini (e non più di semplici tifosi) potrebbe attendere l’arrivo del Messia di turno, in grado di dare loro una speranza, così come può fare un campione con i tifosi di un sodalizio sportivo.
Ci piace credere che non sia così, ma certamente è ovvio che non può non sorprenderci il fatto che la società odierna può inventare un evento di notevole impatto, creando atteggiamenti fideistici, che possono essere - opportunamente - manipolati da chi non è animato dalle migliori intenzioni.
Forse, dobbiamo preoccuparci?
Invero, non possiamo rallegrarci, visto che simili fenomeni, in grado di condizionare intere masse, non solo meritano di essere studiati con gli strumenti della psicologia collettiva, ma soprattutto ci devono mettere in guardia, perché il mondo è fin troppo ricco di creduloni e di mistificatori, più o meno abili.
Mostra altri Articoli di questo autore
info@freetopnews.it
I COMMENTI RELATIVI ALL'ARTICOLO
Invia un commento alla Redazione
Email
Nome e Cognome
Messaggio
Gentile lettore, prima di inviare il Suo messaggio:

compilare il codice di sicurezza sottostante copiando l'immagine raffigurata;

CAPTCHA 
cambia codice

inserisci codice



Per pubblicare, in fondo all'articolo, il suo commento selezionare il pulsante sottostante.

Pubblicazione
  Si    solo nome
  Si    nome e cognome
  No


Grazie della collaborazione.

© 2014 - ftNews è una testata di libera informazione.
© 2014 - FreeTopNews è una testata di libera informazione senza fini di lucro e conseguentemente le collaborazioni sono fornite assolutamente a titolo gratuito.
Se vuoi collaborare con la redazione e rendere sempre più ricchi i contenuti e accrescere la qualità del servizio offerto, inviaci articoli, segnalazioni e note per la eventuale pubblicazione. (Continua)

Iscrizione presso Registro della Stampa del Tribunale di Ancona , n. 17/2014 del 16/12/2014.