Redazione     Informativa     Link  

Una tragedia evitabile

giovedì, 16 agosto 2018 08:23

condividi su facebook
Rosario Pesce
Quella di Genova è, di certo, una tragedia che si poteva evitare.
La manutenzione degli assi viari è uno dei requisiti che dà sicurezza all’intero sistema, visto che, per ragioni lavorative o commerciali o turistiche, la mobilità è l’elemento essenziale di qualsiasi Paese civile.
È ovvio che, nelle prossime settimane, si assisterà ad un balletto di responsabilità fra le istituzioni politiche, la società che gestisce le autostrade, gli Enti Locali e tutti quei soggetti che hanno titolo per entrare in una simile questione.
È evidente, inoltre, che non è nostro interesse individuare dei responsabili, anche perché questo è compito precipuo della Magistratura, ma è ineluttabile annotare come, nel nostro Paese, la caccia al capro espiatorio è uno degli esercizi che torna, sovente, di moda.
Peraltro, non si può non evidenziare come, in un sistema complesso, come quello odierno, non può essere – a nostro giudizio – individuato un unico responsabile: sono, invero, molteplici i fattori che hanno concorso al crollo di quel ponte ed alla morte conseguente di diverse decine di persone, che si sono trovate nel posto sbagliato nel momento conclusivo della loro esistenza terrena.
Ora, piuttosto è necessario ricostruire: ricostruire, in primis, quell’infrastruttura, che è essenziale per la città di Genova e per l’intera Liguria, visto che lungo quel ponte passavano i traffici commerciali da e per la Francia.
Ma, è fondamentale - innanzitutto - ricostruire la fiducia degli Italiani nelle istituzioni civili, visto che la strage di Genova ha fatto venire meno quella forma residuale che, ancora, albergava in molti.
È ovvio che lo Stato dovrà dare un segnale forte: gli investimenti in materia di sicurezza sono prioritari, per cui, dal Nord al Sud, ogni strada, ogni ponte o sistema di comunicazione deve essere monitorato, manutenuto e, se necessario, abbattuto e ricostruito, come forse bisognava fare nel caso di Genova già da qualche tempo.
Non sarà facile superare lo shock di Ferragosto, ma è ineluttabile che uno sforzo vada fatto in tal senso: forse, una tragedia, che si poteva evitare, servirà a ricostruire il sentimento della comunità fra tutti gli Italiani?
Mostra altri Articoli di questo autore
info@freetopnews.it
I COMMENTI RELATIVI ALL'ARTICOLO
Invia un commento alla Redazione
Email
Nome e Cognome
Messaggio
Gentile lettore, prima di inviare il Suo messaggio:

compilare il codice di sicurezza sottostante copiando l'immagine raffigurata;

CAPTCHA 
cambia codice

inserisci codice



Per pubblicare, in fondo all'articolo, il suo commento selezionare il pulsante sottostante.

Pubblicazione
  Si    solo nome
  Si    nome e cognome
  No


Grazie della collaborazione.

© 2014 - ftNews è una testata di libera informazione.
© 2014 - FreeTopNews è una testata di libera informazione senza fini di lucro e conseguentemente le collaborazioni sono fornite assolutamente a titolo gratuito.
Se vuoi collaborare con la redazione e rendere sempre più ricchi i contenuti e accrescere la qualità del servizio offerto, inviaci articoli, segnalazioni e note per la eventuale pubblicazione. (Continua)

Iscrizione presso Registro della Stampa del Tribunale di Ancona , n. 17/2014 del 16/12/2014.