Redazione     Informativa     Link  

Il primo concerto dell’Orsetto Paddington

giovedì, 22 novembre 2018 06:57

condividi su facebook
Alessandra D'Annibale
Due favole in musica ci hanno trasportato domenica 18 novembre in un mondo meraviglioso ricco di fantasia, suoni e tanto divertimento. Il concerto proposto da Europa InCanto ha due ospiti d’eccezione: Pierino e l’Orsetto Paddington.
L’EICO-Europa InCanto Orchestra eseguirà la famosa favola di Sergej Prokofiev, Pierino e il lupo, accompagnandoci alla scoperta dei timbri degli strumenti dell’orchestra e delle melodie usate per rappresentare le emozioni e le personalità dei personaggi. Chi l’avrebbe mai detto che il suono dell’oboe somiglia così tanto a quello dell’anatra, e che il morbido timbro del clarinetto ci suggerisce il passo felpato e spavaldo del gatto. Attenti poi ai tre corni che, intrecciandosi in un impasto sonoro ad alta tensione emotiva, balzano improvvisamente fuori da dietro l’albero trasformandosi nelle terribili fauci del lupo.
Ma niente paura, il nostro Pierino, fiero e coraggioso come gli archi che lo rappresentano, salva il lupo dai colpi di timpani, ops… s’intende ovviamente dai colpi di fucile dei cacciatori. Infatti, grazie all’aiuto del suo amico uccellino che, ruotando vorticosamente attorno al muso del lupo, lo confonde col suo cinguettio flautato, Pierino lo cattura dimostrando il suo eroismo a quel brontolone del nonno, buffo e ruvido come il suono del fagotto che lo esprime.
Le nostre avventure non finiscono qui! Dalle fredde lande russe il nostro viaggio prosegue fino a raggiungere la Paddington Station di Londra. Tra il febbrile via vai di persone è possibile notare un piccolo orsetto seduto su una vecchia valigia e con indosso un buffo cappello. Per fortuna i Signori Brown si accorgono della sua presenza e decidono all’istante di prendersene cura ospitandolo nella propria casa. Adesso il suo nuovo nome è Paddington. Davvero bizzarro per un orso venuto dal Perù. Il nostro piccolo orso non tarda ad ambientarsi a casa dei Brown diventando ben presto parte della famiglia. Nel quartiere era ormai molto popolare, riuscendo a farsi tanti nuovi amici. Tra questi però, il suo preferito è il signor Gruber che ha un negozio di antiquariato ed una grande passione per la musica. Infatti un bel giorno decide di invitare Paddington e i figli dei Signori Brown ad un concerto. Giunti nella Royal Albert Hall, mentre tutti sono concentrati sull’esecuzione dell’orchestra, Paddington riesce a perdersi tra i corridoi dietro le quinte. Ecco che un rumore assordante interrompe il concerto. È Paddington che sbuca dal podio del direttore d’orchestra generando applausi scroscianti e tante richieste di bis. A questo punto il direttore consegna la bacchetta a Paddington che dirige così il suo motivetto. Non capita tutti i giorni di scoprire quello che si vuole fare da grandi, ma adesso Paddington non ha dubbi: da grande farà il direttore d’orchestra. Questa meravigliosa rappresentazione musicale di due storie, famose ed apprezzate dai bambini, ma non solo, sono state egregiamente trasformate in musica, grazie alla maestria di Europa InCanto che partendo dal compositore e passando attraverso l’esecuzione dell’orchestra, trasmette suggestioni e significati all’uditore.
L’EICO nasce infatti a seguito di audizioni che hanno coinvolto oltre 280 giovani under 35 provenienti da tutta Italia e dall’estero ed ha una durata di tre anni durante i quali è possibile specializzarsi nei diversi repertori, da quello lirico a quello sinfonico e cameristico, grazie alle molteplici attività organizzate nell’ambito del progetto.
Si tratta quindi di un percorso che aggiunge un importante tassello nella costruzione della filiera culturale che va formandosi, poiché crea le condizioni ideali che consentono ai giovani musicisti di trasformare la propria passione in mestiere.
In questo modo i giovani si presentano ai giovani, comunicando in maniera diretta e spontanea il messaggio che l’arte non è solo fruizione, ma un importante bacino di nuove possibilità che si integrano con la realtà nella quale vivono poiché ne sono espressione. Prossime repliche il 2 e il 3 dicembre con l’opera di Bizet , Carmen.
Le sue melodie e i suoi ritmi irresistibili, vengono rievocati quasi senza accorgersene da chiunque abbia potuto godere almeno una volta del suo ascolto; motivo per cui relegarne l’esperienza alla sola rappresentazione teatrale diventa troppo riduttivo per uno dei massimi capolavori della storia della musica.
La lezione-concerto proposta da EICO si pone l’obiettivo di fornire al pubblico gli strumenti per un ascolto attivo, consapevole e condiviso. L’apprendimento che passa attraverso l’esperienza diretta acquista infatti maggiore forza e solidità se da esso ne deriva benessere, divertimento e passione.
Nella prossima stagione l’orchestra sarà impegnata in numerosi concerti sinfonici che prevedono l’esecuzione di programmi volti a rafforzare la coesione e l’intesa tra i musicisti, fornendo così nuove opportunità di arricchimento e valorizzazione del repertorio.

musica: Herbert Chappell
adattamento: Lorenzo Macrì
Voce narrante: Luca Barbareschi
Direttore: Germano Neri

TEATRO ELISEO
Domenica 2 dicembre ore 11.00
Repliche per le scuole Lunedì 3 dicembre ore 10.00 e ore 12.00

UFFICIO STAMPA TEATRO ELISEO
Maria Letizia Maffei
335.6467974 ml.maffei@teatroeliseo.com

Antonella Mucciaccio
347 4862164 a.mucciaccio@teatroeliseo.com a.mucciaccio@teatroeliseo.com
Mostra altri Articoli di questo autore
info@freetopnews.it
I COMMENTI RELATIVI ALL'ARTICOLO
Invia un commento alla Redazione
Email
Nome e Cognome
Messaggio
Gentile lettore, prima di inviare il Suo messaggio:

compilare il codice di sicurezza sottostante copiando l'immagine raffigurata;

CAPTCHA 
cambia codice

inserisci codice



Per pubblicare, in fondo all'articolo, il suo commento selezionare il pulsante sottostante.

Pubblicazione
  Si    solo nome
  Si    nome e cognome
  No


Grazie della collaborazione.

© 2014 - ftNews è una testata di libera informazione.
© 2014 - FreeTopNews è una testata di libera informazione senza fini di lucro e conseguentemente le collaborazioni sono fornite assolutamente a titolo gratuito.
Se vuoi collaborare con la redazione e rendere sempre più ricchi i contenuti e accrescere la qualità del servizio offerto, inviaci articoli, segnalazioni e note per la eventuale pubblicazione. (Continua)

Iscrizione presso Registro della Stampa del Tribunale di Ancona , n. 17/2014 del 16/12/2014.