Redazione     Informativa     Link  

La morte di un filosofo

domenica, 26 gennaio 2020 08:36

condividi su facebook
Emanuele Severino nel 2019 Premio Internazionale Friedrich Nietzsche
Rosario Pesce
La morte di un filosofo per una società è, sempre, una notizia molto triste.
Vieppiù lo è nel caso di Emanuele Severino, con cui si chiude la grande stagione dei filosofi del Novecento.
Severino è stato, forse, il più autorevole dei filosofi italiani della seconda parte del secolo scorso, visto che è stato capace di realizzare una sintesi potentissima mettendo insieme il pensiero, le idee, le riflessioni di due classici dell’Occidente: Parmenide ed Heidegger.
La sua storia della filosofia, su cui si sono formate intere generazioni di studenti universitari e di studiosi, rappresenta ormai un classico della storiografia del XX secolo, visto che le idee, contenute in quel testo, sono la Bibbia del pensiero di Severino intorno ai concetti essenziali della sua teoresi: dall’Essere al Divenire, dal primato della tecnologia al disfacimento della democrazia e del senso di comunità.
Severino è stato un filosofo “aspro”, nel senso che non si è mai preoccupato di dispiacere qualcuno con le cose che ha detto ed ha scritto.
Entrato in conflitto con le gerarchie ecclesiastiche perché il suo pensiero veniva considerato eterodosso rispetto al Cristianesimo ufficiale di Padre Agostino Gemelli, ha avuto la forza di tirare dritto per la sua strada, nonostante venisse considerato eretico - finanche - dall’altra “Chiesa” della cultura italiana di quel momento, il Partito Comunista, visto che la sua lezione marxiana rompeva con le letture tradizionali del pensatore padre del Socialismo scientifico.
È stato, dunque, un eretico tout court, in grado di essere una pietra miliare sia per chi voleva rappresentare il dogma ufficiale, sia per chi, lungo la sua traccia, si è sforzato invece di disegnare un orizzonte di pensiero che rompesse le gabbie di acciaio di visioni filosofiche ereditate dalla tradizione italiana del neo-aristotelismo o del neo-idealismo.
Un filosofo, quindi, un rivoluzionario con le idee ed i concetti, che ha predicato per una vita intera da un pulpito laico, un pensatore che è stato in grado di portare avanti il pensiero occidentale, mostrando come fosse possibile una lettura diversa, finanche, dei classici della Grecia antica.
I COMMENTI RELATIVI ALL'ARTICOLO
Invia un commento alla Redazione
Email
Nome e Cognome
Messaggio
Gentile lettore, prima di inviare il Suo messaggio:

compilare il codice di sicurezza sottostante copiando l'immagine raffigurata;

CAPTCHA 
cambia codice

inserisci codice



Per pubblicare, in fondo all'articolo, il suo commento selezionare il pulsante sottostante.

Pubblicazione
  Si    solo nome
  Si    nome e cognome
  No


Grazie della collaborazione.

© 2014 - ftNews è una testata di libera informazione.
© 2014 - FreeTopNews è una testata di libera informazione senza fini di lucro e conseguentemente le collaborazioni sono fornite assolutamente a titolo gratuito.
Se vuoi collaborare con la redazione e rendere sempre più ricchi i contenuti e accrescere la qualità del servizio offerto, inviaci articoli, segnalazioni e note per la eventuale pubblicazione. (Continua)

Iscrizione presso Registro della Stampa del Tribunale di Ancona , n. 17/2014 del 16/12/2014.
Informativa:

Il Gestore del sito si riserva il diritto di pubblicare solo gli articoli ritenuti meritevoli, a suo insindacabile giudizio. Tutto il materiale inviato non verrà restituito.
Limiti di Responsabilità:
Con la spedizione dell’articolo l’Autore espressamente ne autorizza la pubblicazione su ftnews.it e il Gestore del sito non assume nessuna responsabilità, né civile, né penale, in relazione al contenuto di quanto pubblicato sul sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale dal Sito. Pertanto il Gestore del sito non sarà tenuto per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con il Sito oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Il Gestore del sito declina ogni responsabilità per l’attività di trattamento dati eseguita dai siti web consultati dall’Utente tramite link. L’Utente quando accede attraverso un link ad un altro sito web deve sapere e ricordare che esso è indipendente dal ftnews.it e che quest'ultimo non ha alcun controllo sul contenuto del sito in questione e quindi non comporta l'approvazione o l'accettazione di responsabilità circa il contenuto o l'utilizzazione di detto sito.
L'utente che decide di visitare un sito internet collegato al Sito ftnews.it lo fa a suo rischio, assumendosi l'onere di prendere tutte le misure necessarie contro virus od altri elementi distruttivi.
Il Gestore del sito non assume alcuna responsabilità per materiali creati o pubblicati da terzi con i quali il Sito abbia un collegamento ipertestuale ("link").
Il Gestore del sito non intende violare alcun Copyright. Le informazioni e le immagini qui raccolte sono, al meglio della nostra conoscenza, di pubblico dominio. Se, involontariamente, è stato pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione alla legge si prega di comunicarcelo (info@ftnews.it) per provvedere immediatamente alla rimozione. Il Gestore si riserva il diritto di modificare i contenuti dell'intero sito e delle presenti Informazioni in qualsiasi momento e senza alcun preavviso.
Limiti all’utilizzo:
Il materiale contenuto nel Sito è protetto da copyright. La documentazione, le immagini, i caratteri, il lavoro artistico, la grafica, il software applicativo e tutti i codici e format scripts utilizzati per implementare il Sito sono di proprietà di ftnews.it.
Se non espressamente previsto, i contenuti del Sito non possono, né in tutto né in parte, essere copiati, modificati, riprodotti, trasferiti, caricati, scaricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto di ftnews.it.
È fatta salva la possibilità di immagazzinare tali contenuti nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine del Sito ad uso esclusivamente personale.
I marchi e i loghi presenti nel Sito sono di proprietà di ftnews.it.
Essi non possono essere utilizzati su alcun altro sito internet diverso dal Sito o su altri mezzi di comunicazione senza il preventivo consenso di ftnews.it.
Il nome " ftnews.it " e qualsiasi marchio che includa il marchio " ftnews.it " non possono essere utilizzati come indirizzi internet di altri siti, o quali parti di tali indirizzi, senza il preventivo consenso scritto di ftnews.it.