Redazione     Informativa     Link  

Verso il 2 giugno

domenica, 31 maggio 2020 21:04

condividi su facebook
Rosario Pesce
È evidente che la Festa della Repubblica, quest’anno, si celebra in un clima molto diverso da quello degli anni scorsi, vista l’emergenza Covid, che non è ancora del tutto finita.
Il significato storico-politico della data è ben noto: il 2 giugno 1946, gli Italiani, reduci dal Fascismo e dalla Lotta partigiana di Liberazione, scelsero la Repubblica, visto che la monarchia sabauda con Vittorio Emanuele III si era fatta complice dei reati del Fascismo, rimanendo sostanzialmente acquiescente ai diktat di Mussolini.
La scelta non fu facile, visto che, in occasione del referendum, le due opzioni ebbero un numero di consensi molto vicino l’una all’altra, per cui quella era la migliore immagine di un Paese diviso in due fazioni.
Oggi, il clima politico è ovviamente molto diverso dal 1946: il Covid non solo influenzerà i festeggiamenti, che non potranno tenersi come al solito, ma soprattutto determinerà delle conseguenze che non siamo in grado di prevedere sia a livello economico, che sociale.
È sotto gli occhi di tutti che, nel corso degli ultimi anni, la legittimazione politica della classe dirigente sia andata scemando e questo, naturalmente, non è un bene per la Repubblica, che si fonda sulla Costituzione del 1948, rinnovata nel 2001 nella sezione del Titolo V.
Ed, allora, quali saranno i destini della nostra amata Repubblica?
È evidente che tutte le persone sagge ed avvedute debbano difenderla da quanti tentano di delegittimarla ogni giorno, perché non esiste - invero - migliore forma di Governo di una democrazia parlamentare, che sia in grado di reggersi sull’equilibrio più evoluto possibile fra istanze di partecipazione ed esigenze di corretto funzionamento del principio di rappresentanza.
Forse, gli anni - che ha - la nostra Repubblica li mostra tutti, ma è altrettanto vero che essa e la Costituzione, su cui si fonda, sono un patrimonio non solo degli Italiani, ma di tutti coloro che lavorano per rimanere dentro un solco di compiuta democrazia.
In passato, molti tentativi di riformarla sono falliti, così come molti altri andranno a vuoto, molto probabilmente nel prossimo futuro.
Non dimentichiamoci mai, infatti, che la nostra Repubblica è il frutto del sangue versato da chi ha combattuto contro il Nazismo ed il Fascismo e chiunque voglia portare in dono un modello diverso di Stato, dovrà sempre dimostrare che le libertà e la democrazia, garantite dalla Repubblica, sono fatte salve oggi, come domani.
I COMMENTI RELATIVI ALL'ARTICOLO
Invia un commento alla Redazione
Email
Nome e Cognome
Messaggio
Gentile lettore, prima di inviare il Suo messaggio:

compilare il codice di sicurezza sottostante copiando l'immagine raffigurata;

CAPTCHA 
cambia codice

inserisci codice



Per pubblicare, in fondo all'articolo, il suo commento selezionare il pulsante sottostante.

Pubblicazione
  Si    solo nome
  Si    nome e cognome
  No


Grazie della collaborazione.

© 2014 - ftNews è una testata di libera informazione.
© 2014 - FreeTopNews è una testata di libera informazione senza fini di lucro e conseguentemente le collaborazioni sono fornite assolutamente a titolo gratuito.
Se vuoi collaborare con la redazione e rendere sempre più ricchi i contenuti e accrescere la qualità del servizio offerto, inviaci articoli, segnalazioni e note per la eventuale pubblicazione. (Continua)

Iscrizione presso Registro della Stampa del Tribunale di Ancona , n. 17/2014 del 16/12/2014.
Informativa:

Il Gestore del sito si riserva il diritto di pubblicare solo gli articoli ritenuti meritevoli, a suo insindacabile giudizio. Tutto il materiale inviato non verrà restituito.
Limiti di Responsabilità:
Con la spedizione dell’articolo l’Autore espressamente ne autorizza la pubblicazione su ftnews.it e il Gestore del sito non assume nessuna responsabilità, né civile, né penale, in relazione al contenuto di quanto pubblicato sul sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale dal Sito. Pertanto il Gestore del sito non sarà tenuto per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con il Sito oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Il Gestore del sito declina ogni responsabilità per l’attività di trattamento dati eseguita dai siti web consultati dall’Utente tramite link. L’Utente quando accede attraverso un link ad un altro sito web deve sapere e ricordare che esso è indipendente dal ftnews.it e che quest'ultimo non ha alcun controllo sul contenuto del sito in questione e quindi non comporta l'approvazione o l'accettazione di responsabilità circa il contenuto o l'utilizzazione di detto sito.
L'utente che decide di visitare un sito internet collegato al Sito ftnews.it lo fa a suo rischio, assumendosi l'onere di prendere tutte le misure necessarie contro virus od altri elementi distruttivi.
Il Gestore del sito non assume alcuna responsabilità per materiali creati o pubblicati da terzi con i quali il Sito abbia un collegamento ipertestuale ("link").
Il Gestore del sito non intende violare alcun Copyright. Le informazioni e le immagini qui raccolte sono, al meglio della nostra conoscenza, di pubblico dominio. Se, involontariamente, è stato pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione alla legge si prega di comunicarcelo (info@ftnews.it) per provvedere immediatamente alla rimozione. Il Gestore si riserva il diritto di modificare i contenuti dell'intero sito e delle presenti Informazioni in qualsiasi momento e senza alcun preavviso.
Limiti all’utilizzo:
Il materiale contenuto nel Sito è protetto da copyright. La documentazione, le immagini, i caratteri, il lavoro artistico, la grafica, il software applicativo e tutti i codici e format scripts utilizzati per implementare il Sito sono di proprietà di ftnews.it.
Se non espressamente previsto, i contenuti del Sito non possono, né in tutto né in parte, essere copiati, modificati, riprodotti, trasferiti, caricati, scaricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto di ftnews.it.
È fatta salva la possibilità di immagazzinare tali contenuti nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine del Sito ad uso esclusivamente personale.
I marchi e i loghi presenti nel Sito sono di proprietà di ftnews.it.
Essi non possono essere utilizzati su alcun altro sito internet diverso dal Sito o su altri mezzi di comunicazione senza il preventivo consenso di ftnews.it.
Il nome " ftnews.it " e qualsiasi marchio che includa il marchio " ftnews.it " non possono essere utilizzati come indirizzi internet di altri siti, o quali parti di tali indirizzi, senza il preventivo consenso scritto di ftnews.it.