Redazione     Informativa     Link  

L’Italia rinasce…

sabato, 13 marzo 2021 18:52

condividi su facebook
Rosario Pesce
Le operazioni di vaccinazione, anche se fra qualche difficoltà ampiamente prevedibile, stanno procedendo in modo incessante, per cui, nei prossimi mesi, sempre maggiore sarà il numero degli Italiani che avranno ricevuto le dosi vaccinali.
È evidente che si tratta di una vera e propria corsa contro il tempo: da una parte il virus continua a mietere vittime ogni giorno in modo regolare e sistematico; per altro verso, il vaccino inoculato rappresenta la migliore arma per debellare il nemico.
Entro l’estate il nostro Paese dovrebbe raggiungere un numero accettabile di vaccinati, per cui, pur non essendo ancora vicina l’immunità di gregge, comunque il livello di protezione sociale contro il Covid dovrebbe essere rassicurante.
I sacrifici da compiere non sono pochi: molte regioni sono zone rosse e, per tutto il mese di marzo ed aprile, le restrizioni saranno il nostro pane quotidiano.
Certo, a distanza di un anno, lo scenario comunque è cambiato: lo scorso mese di marzo eravamo tutti chiusi in casa, aspettando le 18 di ogni sera il dispaccio della Protezione Civile in merito a morti e nuovi positivi e cantando dai balconi di casa l’inno di Mameli, come segno di speranza e di un rinnovato sentimento comunitario.
Oggi, pur in presenza di restrizioni, lo scenario è diverso e si avverte che il Paese si sta incamminando verso l’uscita dal tunnel, in vista di una libertà autentica che ci manca da troppo tempo.
Quali i costi sociali, finora, affrontati?
Certo, sono notevolissimi: le centomila vittime registrate segnano un vulnus per l’intera comunità nazionale, visto che, in molti casi, esse appartengono ad una generazione, che ha costruito il Novecento e che, per effetto del Covid, viene cancellata.
Questi morti sono gli eroi, spesso anonimi, di una guerra che stiamo combattendo: a loro, quando tutto questo sarà finito, dovrà andare l’attestato di stima di un intero popolo, perché il lutto per i loro decessi segna la fine di un’epoca e l’inizio di una nuova, visto che mai potremo tornare alla normalità del pre-Covid.
Forse, abbiamo compreso che delle nuove sfide ci aspettano: la Sanità dovrà essere potenziata per davvero, perché i rischi di nuove pandemie sono forti, così come ormai è acquisito che i processi di istruzione in presenza dovranno integrarsi sempre più con le nuove tecnologie informatiche, che rendono possibile la fruizione della didattica a distanza.
Il lavoro non mancherà, ma se la fiducia sarà il sentimento dominante, sarà possibile vincere la prima sfida autentica posta dal nuovo millennio.
I COMMENTI RELATIVI ALL'ARTICOLO
Invia un commento alla Redazione
Email
Nome e Cognome
Messaggio
Gentile lettore, prima di inviare il Suo messaggio:

compilare il codice di sicurezza sottostante copiando l'immagine raffigurata;

CAPTCHA 
cambia codice

inserisci codice



Per pubblicare, in fondo all'articolo, il suo commento selezionare il pulsante sottostante.

Pubblicazione
  Si    solo nome
  Si    nome e cognome
  No


Grazie della collaborazione.

© 2014 - ftNews è una testata di libera informazione.
© 2014 - FreeTopNews è una testata di libera informazione senza fini di lucro e conseguentemente le collaborazioni sono fornite assolutamente a titolo gratuito.
Se vuoi collaborare con la redazione e rendere sempre più ricchi i contenuti e accrescere la qualità del servizio offerto, inviaci articoli, segnalazioni e note per la eventuale pubblicazione. (Continua)

Iscrizione presso Registro della Stampa del Tribunale di Ancona , n. 17/2014 del 16/12/2014.
Informativa:

Il Gestore del sito si riserva il diritto di pubblicare solo gli articoli ritenuti meritevoli, a suo insindacabile giudizio. Tutto il materiale inviato non verrà restituito.
Limiti di Responsabilità:
Con la spedizione dell’articolo l’Autore espressamente ne autorizza la pubblicazione su ftnews.it e il Gestore del sito non assume nessuna responsabilità, né civile, né penale, in relazione al contenuto di quanto pubblicato sul sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale dal Sito. Pertanto il Gestore del sito non sarà tenuto per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con il Sito oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Il Gestore del sito declina ogni responsabilità per l’attività di trattamento dati eseguita dai siti web consultati dall’Utente tramite link. L’Utente quando accede attraverso un link ad un altro sito web deve sapere e ricordare che esso è indipendente dal ftnews.it e che quest'ultimo non ha alcun controllo sul contenuto del sito in questione e quindi non comporta l'approvazione o l'accettazione di responsabilità circa il contenuto o l'utilizzazione di detto sito.
L'utente che decide di visitare un sito internet collegato al Sito ftnews.it lo fa a suo rischio, assumendosi l'onere di prendere tutte le misure necessarie contro virus od altri elementi distruttivi.
Il Gestore del sito non assume alcuna responsabilità per materiali creati o pubblicati da terzi con i quali il Sito abbia un collegamento ipertestuale ("link").
Il Gestore del sito non intende violare alcun Copyright. Le informazioni e le immagini qui raccolte sono, al meglio della nostra conoscenza, di pubblico dominio. Se, involontariamente, è stato pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione alla legge si prega di comunicarcelo (info@ftnews.it) per provvedere immediatamente alla rimozione. Il Gestore si riserva il diritto di modificare i contenuti dell'intero sito e delle presenti Informazioni in qualsiasi momento e senza alcun preavviso.
Limiti all’utilizzo:
Il materiale contenuto nel Sito è protetto da copyright. La documentazione, le immagini, i caratteri, il lavoro artistico, la grafica, il software applicativo e tutti i codici e format scripts utilizzati per implementare il Sito sono di proprietà di ftnews.it.
Se non espressamente previsto, i contenuti del Sito non possono, né in tutto né in parte, essere copiati, modificati, riprodotti, trasferiti, caricati, scaricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto di ftnews.it.
È fatta salva la possibilità di immagazzinare tali contenuti nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine del Sito ad uso esclusivamente personale.
I marchi e i loghi presenti nel Sito sono di proprietà di ftnews.it.
Essi non possono essere utilizzati su alcun altro sito internet diverso dal Sito o su altri mezzi di comunicazione senza il preventivo consenso di ftnews.it.
Il nome " ftnews.it " e qualsiasi marchio che includa il marchio " ftnews.it " non possono essere utilizzati come indirizzi internet di altri siti, o quali parti di tali indirizzi, senza il preventivo consenso scritto di ftnews.it.